Parolacce e insulti in portoghese

parolacce-e-insulti-portogheseEcco una lista di parolacce e insulti in portoghese.

Molti credono che il portoghese sia molto simile allo spagnolo e che, quindi, anche le parolacce e gli insulti siano più o meno gli stessi. E invece no! Le due lingue in questione sono molto differenti e, anche per quanto riguarda gli insulti e le parolacce, il portoghese vanta di una propria carrellata di offese e parole di cattivo gusto che non hanno niente, o quasi, in comune con quelle spagnole. Abbiamo raccolto, come vedrete di seguito, tutte le parolacce e gli insulti più comuni e utilizzati in quei momenti di rabbia che affliggono tutti. Troverete parolacce ed espressioni molto colorite da utilizzare con la massima prudenza e cognizione di causa, in quanto molto pesanti ed estremamente offensive. Non perdiamo altro tempo, inoltriamoci e scopriamo insieme la nostra rassegna di

Parolacce e insulti in portoghese

  • Caraças = cacchio (come intercalare);
  • Imbecil = imbecille;
  • Parvo = cretino;
  • Puta = puttana;
  • Estúpido = stupido;
  • Vai a merda = vai a cagare;
  • Vai apanhar no cu = vaffanculo;
  • Enrabar = altro modo di dire “vaffanculo”;
  • Bolas = accidenti;
  • Burro = somaro;
  • Filho da puta = figlio di puttana;
  • Fode-te = vai a farti fottere;
  • Que se lixe = che si arrangi;
  • Fazer una Espanholada = fare una spagnola;
  • Foda = figa;
  • Caralho = cazzo, usato come intercalare;
  • Chupada = pompa, pompino;
  • Comer = letteralmente “mangiare”, usato con significato di “fottere”;
  • Caramba = caspita;
  • Cabrao = letteralmente “caprone”, si usa per indicare un gran cornuto;
  • Viado = frocio, “viados” ne è il plurale, trans, uomo che si prostutuisce. Usato come dispregiativo;
  • Vai para o diabo/vai pro inferno = vai all’inferno;
  • Rufião = ruffiano;
  • Sapatão = lesbica;
  • Vaca = vacca, puttana, donna facile;
  • Va tomar no cu = vai a prenderlo nel culo;
  • Mijar = pisciare;
  • Parvo = cretino;
  • Estúpido = stupido;
  • Paneleiro = finocchio, usato per indicare in maniera dispregiativa un omosessuale;
  • Vai a merda = vai a cagare;
  • Vai apanhar no cu = vaffanculo;
  • Foder = fottere, scopare;
  • Mamada/boquete/broche = intercalari per intendere “pompa”;
  • Boceta = intercalare di figa;
  • Vai te foder = vai a farti fottere;
  • Cu = culo;
  • Ainda aqui estas? Chiça! = ancora qua sei? Che cazzo!;
  • Merda = merda;
  • Alcoviteiro = intercalare di “ruffiano”;
  • Bixinha = altro modo per intendere “frocio”, simile a “viados”;
  • Transa = scopata;
  • Vai te lixar = che si arrangi;
  • Carraça =  persona che non dà spazio, assillante;
  • Diabo = pisciata;
  • Melga = intercalare di Carraça, persona che non dà spazio, assillante, che pressa;
  • Pau = letteralmente “palo”, ovvero “cazzo”;
  • Vai te foder = vai a farti fottere;
  • Peido = scorreggia, peto;
  • Porra = cacchio (come intercalare);
  • Pum = altro modo per intendere “scorreggia”;
  • Não aguento mais, chiça! = non ne posso piú, eccheccazzo;
  • Calhau = letteralmente “pietra grande”, persona lenta a capire o incantata, imbranata;
  • Carcamano = immigrato italiano, furbo e ingannatore;
  • Caralho = cazzo;
  • Mas que caralho estas a dizer? = ma che cazzo stai dicendo?;
  • Carapau = ragazza figa, molto sexy e spinta;
  • Vou chutar seu traseiro = ti prendo a calci nel culo;
  • Foda se = che si fotta;
  • Viadinha = frocio, simile a “viados”, trans, uomo che si prostutuisce;
  • Vai para o caralho! = vaffanculo!;
  • Porra = cazzarola;
  • Ele não faz porra nenhuma! = non fa un accidenti di niente;
  • A Margarida é feia como a porra! = Margherita è brutta come la sborra (molto offensivo).

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *