Modi di dire veneti

Iscriviti al canale Youtube di Mauro Pepe

modi-di-dire-venetiEcco una lista di modi di dire veneti.

Se siete alla ricerca di modi di dire veneti, allora questo post fa al caso vostro! Il Veneto è una regione piena di bellezze naturali ed ha una cultura  tutta sua, così come ogni altra regione; e proprio come ogni altro luogo o regione, anche in Veneto esistono dei modi di dire utilizzati nel linguaggio quotidiano che abbiamo raggruppato di seguito in una gremita lista tutta per voi. Accanto a ciascuna frase, troverete la corrispettiva traduzione e, quando necessario, anche l’interpretazione.

Non ci resta, dunque, che presentarvi la nostra rassegna di

Modi di dire veneti

  • Andar a gatognào = camminare furtivamente come i gatti, andare a carponi;
  • L’abèce de l’educassion scominsia col saludar tuti par la strada = il saluto è la prima forma di educazione;
  • Ma va’ pisare sul saeno che’l vien su beo norbio! = vai a fare la pipì sul sedano che cresce bene;
  • Ti fa le robe a la carlona = fare le cose con trascuratezza;
  • Alzemo i tachi = andiamo via;
  • Ti canti come un canarìn = canti come un canarino;
  • No sta girar la brisioea = non capovolgere il discorso a tuo favore;
  • Impissar fòghi = provocare la lite;
  • I morosi i se ga lassà = i fidanzati si sono lasciati;
  • Mona = organo genitale femminile, il termine si usa per indicare una persona “stupida”;
  • A moménti la va a finir che squasi me masso = per poco non mi ammazzo;
  • Bocon da prete  = boccone prelibato;
  • Darghe le soe = dargli quello che si merita;
  • Alzare el gunbio = ubriacarsi;
  • Monàe che no val gnente = sciocchezze che non valgono nulla;
  • Aver bava = avere fortuna;
  • Forbirse el culo co la camisa de nantro = giustificarsi incolpando un altro;
  • Che te vegna ea cagariòla = che ti venga la diarrea;
  • Cantare come na calandra  = cantare spensieratamente;
  • Can da pajaro  = persona vigliacca;
  • Andarghe a pope = prenderlo a posteriori;
  • Criare cofà na vigna = piangere tanto;
  • Avere le man sbuse = avere le mani bucate, spendere troppo senza sapersi regolare;
  • Caminare sui ovi  = camminare piano;
  • Esser stufo agro = essere stanco;
  • Ti ga el cul pien de servizi = hai molte cose da fare;
  • Prova a pàrlar se ti gà coragio = prova a parlare se hai coraggio;
  • Aver pégola = portarsi dietro la sfortuna nera come la pece;
  • El ronchiza che ‘l par un bombadier = russa che sembra un bombardiere;
  • Ghe n’ò na patata! = non ne posso più;
  • Tegnìr el culo su do scagni = tenere il di dietro su due sedie;
  • Beco e bastonà = doppiamente fregato;
  • Màgna e tasi! = mangia e taci;
  • Andar zo duro = dire le cose come stanno senza diplomazia;
  • Ze ora da ‘ndar in carbòna = è ora di tornare a casa;
  • Essare de manega larga = essere di mano larga, essere particolarmente generoso;
  • El xe nato in cressire de luna = è forte e sano;
  • Cascar in pìe: cadere in piedi;
  • Senza bater beco = senza parlare;
  • Andàr via bisegnado = cercare ovunque;
  • Stanote me so trovà all’aguasso = mi trovo senza un tetto sopra la testa;
  • Andar fora de levada = andare oltre il lecito con le parole e con i fatti;
  • Ara picolo che ti ze drio ciapar ‘na bruta andada = si dice di una persona che sta prendendo una brutta strada;
  • No sta a dir aberrassiòn = non dire cose che non stanno nè in cielo nè in terra;
  • Cativo cofà l’aseo = cattivo come l’aceto;
  • Catarse come capelo falà = rimanere deluso;
  • Non capir ‘na aca = non capire nulla;
  • Afanarse par gnente = affannarsi per niente;
  • Catàre la bala d’oro = trovare fortuna;
  • Averzerse el peto da la tosse = aprirsi il petto dalla tosse;
  • Ebete come el paltan = stupido;
  • Esser cascài da picoli dal caregòn = essere un po’ tonti;
  • Far pignata = preparare il pranzo;
  • El xe infigà = è innamoratissimo;
  • Cascar indrìo vita = cadere di schiena;
  • Agìutar la barca = dare un aiuto;
  • Essare culo e camisa = essere tutt’uno;
  • Andar su e zo come la péle del c…. = andare avanti e indietro senza risultati;
  • Aver le ale ai pìe = correre velocemente;
  • Andar fora da le bale = essere estromessi;
  • El xe bruto che’l l’inzende = è veramente brutto;
  • El se la ga tòlta in dòlse intanto che ‘l dormiva = è morto nel sonno, dolcemente;
  • Dar ‘na smema = dare uno sberlone;
  • No dar udienza a uno = non ascoltare nessuno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *