Frasi sulla Primavera

aforismi e frasi sulla primavera, la regina delle stagioni Siamo in piena estate; in una estate molto hot a volerla dire tutta. Ed è per questo motivo che andremo oggi a vedere alcune (belle) frasi sulla Primavera.

La stagione degli amori e della Rinascita. Gli antichi romani, come ben sapete, facevano iniziare l’anno con l’equinozio di Primavera, proprio a voler simboleggiare una nuova rinascita, un nuovo inizio; né deve sorprendere più di tanto che anche l’origine (mitologica) di Roma vien fatta risalire in Primavera.

Insomma, la Primavera ha da sempre ispirato legioni di poeti, pensatori e persone comuni, tutte irretite dalla malia della rinascita e dall’eterno ciclo delle stagioni.

Ma adesso è tempo di rivelarvi ciò che abbiamo scelto per voi in merito alle

Frasi sulla Primavera

  • Un minuto di primavera
    dura spesso più a lungo
    di un’ora di dicembre
    una settimana di ottobre
    un anno di luglio
    un mese di febbraio. (Jacques Prévert)
  • Io credo non spunterebbe una foglia in primavera,
    non fosse per le labbra degli amanti che baciano,
    non fosse per le labbra dei poeti che cantano (Oscar Wilde)
  • Voglia di stringersi e poi
    vino bianco, fiori e vecchie canzoni
    e si rideva di noi
    che imbroglio era
    maledetta primavera (Loretta Goggi)
  • Anche gli alberi a primavera scrivono poesie.
    E gli stupidi pensano che siano dei fiori. (Donato Di Poce)
  • In una bella mattina di primavera, tutti i peccati umani sono perdonati. (Henry David Thoreau, Walden)
  • Mi sento come un campo seminato nel cuore dell’inverno, e so che primavera sta arrivando.
  • Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi. (Pablo Neruda)
  • I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli. (Khalil Gibran)
  • I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola vita che dorme in me salirà in superficie al primo richiamo. (Kahlil Gibran)
  • Una rondine non fa primavera, ma due upupe innamorate, due leprotti in un cespuglio, una cutrettola che corre sulla strada, due scoiattoli che si arrampicano tra i rami di un abete, sì. Se poi avvistiamo un rumoroso calabrone, una farfalla che si chiama Arcia, un lombrico, se sentiamo il canto di un cardellino, è primavera anche se il giorno dopo nevica. (Mario Rigoni Stern)
  • Che cosa strana!
    Essere vivo
    sotto i fiori di ciliegio. (Kobayashi Issa)
  • E’ che dietro le cose ci sei tu, Primavera, che incominci a scrivere nell’umidità, con dita di bambina giocherellona, il delirante alfabeto del tempo che ritorna. (Pablo Neruda)
  • Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… Ma non può fermare la primavera. (Mahatma Gandhi)
  • Ancora non se n’è andato l’inverno, e il melo appare trasformato d’improvviso in cascata di stelle odorose. (Pablo Neruda)
  • Eppure un guizzo solo di primavera basta a rendere allegra l’anima vedova, a mutare in panni di esaltata Arlecchina queste ostinate gramaglie. (Gesualdo Bufalino)
  • La primavera è il ronzio di un’ape su un mandorlo in fiore (Massimo Bencivenga)
  • Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. (Henry David Thoreau)
  • Che la brezza di primavera soffi nei vostri cuori quell’energia vitale che vi permetta di realizzare i vostri sogni! (Stehpen Littleword)
  • In primavera ho contato 136 differenti tipi di tempo all’interno di ventiquattro ore. (Mark Twain)
  • Sbadiglia l’orso, sibila il serpente, ronza l’ape, sorride una fanciulla. E’ Primavera. (Massimo Bencivenga)
  • La primavera non è primavera se non arriva troppo presto. (Gilbert Keith Chesterton)
  • E’ il primo giorno di Primavera ma per me
    E’ solo un giorno che
    Ho perso te (Dik Dik)
  • Prima che la mia anima mi consigliasse, dubitavo del valore del mio lavoro. Ora ho capito che gli alberi fioriscono in Primavera e fruttificano d’Estate senza cercare lodi; e le loro foglie cadono in Autunno e i loro rami restano spogli d’Inverno senza timore di biasimo.(Kalil Gibran)
  • Quando ci sentiamo affranti e deboli, tutto ciò che dobbiamo fare è aspettare. La primavera torna, le nevi dell’inverno si sciolgono e la loro acqua ci infonde nuova energia. (Paulo Coelho)
  • Se le piante sono certe
    di una primavera ventura,
    attraverso la quale
    emergeranno dai propri germogli,
    perché non dovrei io, pianta umana,
    essere certo di una primavera a venire,
    in cui raggiungerò la mia pienezza? (Kahlil Gibran)
  • Potranno tagliare tutti i fiori, ma non uccideranno mai la Primavera. (Pablo Neruda)
  • E’ stato uno di quei giorni di marzo quando il sole splende caldo e il vento soffia freddo: quando è estate nella luce, e inverno nell’ombra. (Charles Dickens)
  • Ci sono delle piogge primaverili deliziose in cui il cielo sembra piangere di gioia. (Paul-Jean Toulet)
  • Le stagioni sono ciò che una sinfonia dovrebbe essere: quattro movimenti perfetti, in armonia l’uno con l’altro. (Arthur Rubinstein)
  • È primavera. La natura esplode al suo risveglio, la carezza dolce della brezza scompiglia i pensieri e s’insinua nell’anima, e appare sul viso un breve sorriso. Se guardi il tuo riflesso t’accorgerai che dagli occhi guizza un fremito di vita nuova, lasciati pervadere e sorridi alla Vita. (S. Shan)
  • E’ primavera: nella serra in ogni fiore c’e’ un’orgia. Chi riuscisse ad inventare un motel per insetti farebbe i milioni. (Stefano Benni)
  • Vieni, primavera,
    imprudente e audace amante della terra,
    dai voce al cuore della foresta!
    Vieni in raffiche irrequiete
    dove i fiori sbocciano improvvisi,
    fai spuntare nuove foglie!
    Scoppia, come una rivolta di luce…
    Irrompi nella città rumorosa,
    libera parole ed energie soffocate,
    dai forza alla nostra svogliata battaglia
    e conquista la morte! (Rabindranath Tagore)
  • Non è nei vasti campi o nei grandi giardini che vedo giungere la primavera. È nei rari alberi di una piccola piazza della città. Lì il verde spicca come un dono ed è allegro come una dolce tristezza. (Fernando Pessoa)
  • Guai al seme che non attende più nessuna primavera. (Theodor Codreanu)
  • Già sulle rive dello Xanto ritornano i cavalli,
    gli uccelli di palude scendono dal cielo,
    dalle cime dei monti
    si libera azzurra fredda l’acqua e la vite
    fiorisce e la verde canna spunta.
    Già nelle valli risuonano
    canti di primavera. (Alceo)
  • Ritorna primavera. Ed è la terra come un bimbo che sa le poesie (Rainer Marie Rilke)
  • L’aria di primavera
    invade la città.
    Ai fanciulli la sera
    cresce un poco l’età. (Sandro Penna)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *