Barzellette per bambini

barzellette-bambiniIn questo articolo troverete una serie di barzellette per bambini.

Intrattenere i bambini non è mai semplice: tendono ad annoiarsi dopo poco tempo, vogliono provare sempre cose nuove, vogliono sperimentare…insomma riuscire a farli stare fermi e tranquilli è sempre un’impresa. Se siete giunti fin qui probabilmente è perché non ne potete più e siete seriamente in cerca di qualcosa che possa distrarli e, nello stesso tempo, farli divertire. Per venirvi incontro abbiamo preparato per loro (e per voi!) una lista di barzellette divertenti, così che possiate fargli trascorrere del tempo in allegria. Noi siamo sicuri di aver fatto del nostro meglio ma, se pensate che alla nostra lista manchi qualche barzelletta, riferitecelo nei commenti: la aggiungeremo sicuramente. A questo punto non ci resta che lasciarvi alla nostra rassegna di

Barzellette per bambini

  • Come si chiama il migliore portiere cinese? Tutiri Yoparo!
  • Qual è la città preferita dai ragni? Mosca!
  • Un bambino dice alla mamma: ”Mamma sai cosa fa un maiale innamorato?” e la mamma: ”no”. Risponde il bambino: ”Fa il prosciutto cotto!”.
  • Cosa usano i dinosauri come pantofole? Due pecore!
  • Papà, Papà, è vero che senza gli occhiali ci vedi doppio?” – “Eh, purtroppo sì, figliolo”. “Allora togliteli e guarda la pagella che mi hanno consegnato oggi!”.
  • La maestra a Pierino: “Pierino, dove vivevano gli antichi Galli?” – “Negli antichi pollai!” risponde Pierino.
  • La maestra all’alunno: “Perché hai scritto il tuo tema con una calligrafia così minuscola?” – “Speravo, signora maestra, che gli errori si vedessero di meno.”.
  • Qual è la pianta più puzzolente ? Quella dei piedi!
  • Al manicomio ci sono tre matti. Un gruppo di psicologi, per studiare le loro reazioni, assegnano un coniglio ad ogni matto. I matti sono rinchiusi in tre stanze separate. Gli psicologi vanno dal primo e vedono che ha afferrato il coniglio per le orecchie e fa:” Vrrrrrrrrrrrrrrrr!!!” con la bocca. “Ma cosa stai facendo con il coniglio?” gli chiedono. E il matto, stupito: “Quale coniglio, io sto guidando il mio scooter!”.
  • Come si chiama il giudice più cattivo? Massimo Della Pena!!!
  • Sapete perché il pomodoro non riesce a dormire? Perché l’insalata…russa!
  • Che cosa è una zebra? Un cavallo evaso dal carcere!
  • Pierino chiede alla maestra: “Maestra, chi è il Dio del Mare?”  e la maestra: “Nettuno” . “Non è pottibile qualcuno dovrà pur ettere!” replica Pierino.
  • Un bambino chiede al papà: “E’ vero che se un pittore si fa un ritratto, si dice che si fa un autoritratto?”
    “Sì, è vero.”. “Allora se un falegname si fa un mobile, si fa un automobile?!”.
  • Una bambina è seduta in treno con sua mamma, di fronte ad un signore. Ad un certo punto, la bambina esclama: “Signore, cacca!”. Il signore stupito, fa finta di non avere sentito. Dopo qualche istante, la bambina dice ancora: “Signore, cacca!”. A questo punto, il signore si rivolge alla mamma della bambina: “Mi scusi signora, ma lei non ha insegnato alla sua bambina a non dire a tutti che deve fare i bisogni?” E in quel momento, gli cade la valigia che aveva appoggiato sul portabagagli in alto sulla testa. “L’avevo detto che cacava…” dice la bambina.
  • La maestra: “Pierino, fammi un esempio di frase semplice!”. ”Il cane abbaia vicino al parco” – ”Pierino, fai una frase una un po’ più corta”. E Pierino: ”Bau! Bau!”.
  • La maestra chiede ad un alunno: “Dimmi quanti occhi abbiamo?” Lui ci pensa un attimo, poi risponde: “Quattro!”. “Ma no! Assurdo!” grida la maestra. L’alunno insiste: “Quattro, signora maestra: due lei e due io!”.
  • Un signore vede dalla parte opposta della strada un tizio che gli sembra un suo vecchio amico. Attraversa e gli dice: “Mario, mio vecchio amico, come sei cambiato!” – “Ma… veramente…” – “Prima eri alto, ora sei basso; prima eri grasso, ora sei magro…”. “Ma io mi chiamo Giovanni!”. “E hai pure cambiato nome!”.
  • Una pecora dice all’altra: “Non so come fare, non riesco proprio a dormire…”. E la pecora le risponde: “Prova a contare i pastori!”.
  • Qual è il colmo per un insegnante di musica? Mettere una nota a un bambino!
  • Pierino è in piedi, vicino ad un albero di fichi con un secchio vuoto in mano. Il nonno si avvicina e gli chiede: “Pierino, cosa fai con quel secchio?”. “Ciao nonno, vado ad innaffiare il fico!” – “Con un secchio vuoto?” – “Certo, così farà dei fichi secchi!”.
  • Un signore vede un bambino che si sforza di suonare ad una porta, ma che è troppo piccolo per riuscirci. “Lascia fare a me” dice il signore. E suona. “Bravo!” dice il bambino “adesso scappiamo!”.
  • Sai cosa fa una formica in un barattolo di farina? Fa la settimana bianca!
  • Colonnello, mi porti un bicchier d’acqua senza limone! Mi spiace Generale, posso portarle un bicchier d’acqua senza ghiaccio, perché il limone è finito!
  • Dopo una gara con le macchinine, un bimbo torna a casa triste e la mamma gli chiede: “Tesoro perché sei triste?”- “Perché alla gara sono arrivato secondo!”. La mamma risponde: “Ma tesoro, non si può arrivare sempre primi! Anche essere secondi è un’ottima classificazione!”. “Sì lo so! Ma non se a giocare sono solo due persone!”.
  • Due carabinieri al mare. Uno dice all’altro: “Ehi, guarda, un gabbiano morto!” E l’altro guardando il cielo: “Dove?!”.
  • La maestra chiede agli alunni il nome di alcuni oggetti che si costruiscono con il legno. Un bambino alza la mano e dice: “Con il legno si fanno i le sedie, i tavoli, gli armadi e anche le barche”. “Bravo, ma non ti viene in mente nient’altro?”. “Oh sì, si fanno anche gli alberi signora maestra!”.
  • Due capre affamate vagano nel deserto da giorni senza nulla da mangiare. Ad un tratto scorgono la bobina di un film in mezzo alla sabbia. La prima capra urla e si divora tutta la pellicola. L’altra capra guarda stupita la prima ed esclama: ”Allora com’era?”. ”…Era meglio un libro…”.
  • La maestra chiede a uno scolaro: “Quali sono i mari che hanno il nome di un colore?”. “Il Mar Nero, il Mar Rosso… e… il Marrone!”.
  • “Antonietta…so amare…”. “Dimostramelo!!!”. “Non mi credi? Assaggia queste olive, SO’ AMARE!!!”.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *